Marketing 3.0 Kotler: il marketing umanistico

Il marketing 3.0 di Kotler 

Il marketing 3.0 di Kotler è lo sviluppo del marketing dove vision, mission e valori dell'impresa sono connessi alla mente, cuore e lo spirito del cliente. Nella società dei consumi e nella comunicazione di marca, la persona mostra oltre al bisogno anche la sua umanità e pretende che sia rispettata e condivisa. Cambia la comunicazione tra impresa e cliente che avviene con un dialogo, in molti casi anche personale. Scopri il cambiamento di questo particolare marketing inbound.

Dove andare?

S. Godin parla di un marketing di massa ormai alla frutta, dopo le due fasi degli sviluppi

le strategie push non sono più premiate. Direct mail, telemarketing, marketing interattivo, social media marketing, buzz marketing, marketing virale sono solo altre strategie per aumentare le vendite: non fidelizzano il cliente.

 

Il modello di Covey il paradigma a tutto tondo

L'altra faccia della medaglia è l'organizzazione del cliente che

  • è più scrupoloso
  • è più critico
  • legge le etichette
  • nell'incoerenza non compra
  • sente una responsabilità sociale, a cui deve rispondere ad ogni acquisto

Kotler stabilisce che il nuovo marketing debba coinvolgere la sfera spirituale, quella della coscienza: ...le imprese devono rivolgersi ai consumatori nella loro qualità di esseri umani sotto ogni aspetto. 

 

Il nuovo cliente

Covey nel suo libro L'ottava regola definisce il paradigma della persona a tutto tondo: al centro si fonda la sua spiritualità, la sua coscienza.

Paradigma a tutto tondo di Covey

Il marketing dovrà evolvere a una terza fase, nella quale si rivolgerà allo spirito dei consumatori. Gli operatori di marketing dovranno sforzarsi di comprendere le ansie e i desideri dei consumatori, il codice della loro anima.

Le imprese dovranno guardare ai consumatori in un'ottica olistica, cioè come esseri umani completi fatti di mente, cuore e spirito.

  • Come rispondere al bisogno della mente?
  • Come rispondere al bisogno del cuore?
  • Come rispondere al bisogno dello spirito?
Marketing 3.0 Kotler mente cuore e spirito

Sempre Kotler scrive che l'impresa deve essere coraggiosa nell'affermare e trasmettere missione,  valori e visione.

Marketing 3.0 Kotler missione valore e visione

Il cliente può conoscere l'impresa direttamente dalla sua mission, visione e valori

Vendere la missione. Il marketing 3.0 di Kotler

La mission deve essere.....deve essere BUONA! Una buona missione significa proporre una nuova prospettiva  di business in grado di trasformare la vita dei consumatori (Business as Unusual). La frase di poche righe che la mission rappresenta deve essere emotiva, coinvolgente, coerente, condivisa..Difficile trasmettere nei tasti del computer mentre scrivo l'emozione che una bella mission possa trasmettere. Sicuramente i leader devono essere portatori della buona mission, ma anche piccole aziende devono incarnare questo credo. 

La nostra mission

Ti può essere utile le mission di leader visionari, per capire  per affrontare le vostre imprese a scrivere nero su bianco un sogno...

Vendere valori

Ti faccio una domanda: conosci i valori della tua azienda? Li capisci direttamente o indirettamente? Ti sono stati comunicati dalla direzione? I valori aziendali sono nelle varie forme in ordine di importanza.

  • Valori condizionali sono quei comportamenti di base che tutti noi dobbiamo assumere. In questo situazione la strada maestra della mission non è condivisa, spesso ci troviamo in disparità e sono frequenti gli allineamenti di comportamento e appiattimento della creatività individuale.
  • Valori aspirazionali  sono valori che l'azienda non possiede, ma sono incarnati nei leader che sono cuciti nella loro indole. Sono loro i portatori della mission, che però rimane soggettiva alla persona e non all'impresa.
  • I valori sussidiari  vengono acquisiti per effetto dei tratti caratteristici dei dipendenti.
  • I valori fondamentali costituiscono invece la vera cultura aziendale che guida le azioni dei dipendenti. Kotlerr così scrive:

 

Per trasmettere la missione di marca ai consumatori è importante avere

dipendenti che operino come ambasciatori dei valori dell'impresa

 

I valori buoni sono quelli che stimolano e coltivano le caratteristiche collaborative, culturali e creative dei dipendenti.

 

Per finire sui valori, voglio sempre riportare un passaggio di Covey, in cui i valori aziendali vengono condivisi e apprezzati quando liberare la passione e il talento è leggittimato dall'impresa. Questo leggittimare prende il nome di empowerment. La seconda condizione per portare avanti i valori, ma in maniera coerente, è quella di allineare gli obiettivi e i sistemi per ottenere i risultati. Questo allineare prende il nome di aligning

 

I valori nel marketing umanistico

Vendere una visione

La  vision delle imprese moderne è generare utili nel breve, medio e lungo periodo. Chi passa sotto a questi rulli insensibili (guagagno nel breve) cade abbattuto. Cadono i dipendenti di banche che sono fallite per essersi esposte troppo ai rischi, cadono imprese che nell'avarizia chiudono per dislocare. Penso che la vision appartenga ad ognuno di noi, al nostro Io, al nostro credo. Le mission e i valori sono parole accademiche, li trovate su ogni libro di management. 

La visione invece è un vestito che l'imprenditore sceglie. E' una scelta di vita. 

Riavvolgo il nastro

Riavvolgiamo il nastro

Hai capito allora cos'è il marketing 3.0? E' un approccio particolare che facilita il cliente a comprare il tuo prodotto. E' la strategia Pull che fa venire da Te il cliente con poco sforzo. Cosa devi fare allora? Devi credere nella mission, vision e valori! Il mix di queste tre forze devono essere coerenti con la spiritualità del clienti (o del segmento di appartenenza e della loro tribù).

Le imprese che sono apprezzate per la loro mission, visione e valori, hanno più facilità a entrare in nuovi mercati, perché i consumatori accolgono con maggior facilità, ti conoscono . Hai Capito?. 

Allora forza! Mission, vision e valori aumentano il prestigio della tua azienda  ed è una bella carta d'identità per il cliente che impara a conoscerti molto prima. 

Interessante quello che hai letto? Allora puoi condividere e commentare

Scrivi commento

Commenti: 0