La mappatura del mercato

Dopo la definizione del mercato, il passo successivo è la mappatura del mercato. La mappatura di mercato rappresenta uno strumento di valutazione di vendite e strategia dell'azienda in special modo quando si ragiona sui cambiamenti previsti nella struttura del mercato o ci si confronta con i concorrenti diretti in merito alla distribuzione delle risorse.

Oltre a tracciare il percorso della catena di distribuzione e del valore aggiunto che collega gli utenti finali ai fornitori, può essere utilizzata anche per mostrare e per illustrare come siano distribuite le risorse riservate alla vendita e al marketing.

Da dove iniziare

La maggior parte delle mappe del mercato includono tre componenti principali:

  • utente finale
  • il canale (distributore, rivenditore ecc..)
  • fornitore

La complessità della rete che un'azienda vuole strutturare dipende dall'area geografica in cui vuole vendere. Per un mercato regionale in contatto con il consumatore potrebbe essere diretto o con un rivenditore. A levello nazionale la rete inizia ad essere articolata fino ad arrivare ad un classico canale distribuzione/rivenditore/consumatore. Alla classica rete dobbiamo aggiungere anche un canale diretto tramite la vendita on-line. Ogni passaggio tra un processo e l'altro prende il nome di giunzione.

Mappatura del mercato

Quantificare la mappa del mercato. Quantificare in percentuale l'assorbimento tra un processo e il suo successivo attribuendo la relativa percentuale di assorbimento. Assegnare ad ogni processo. Ad ogni fase della distribuzione, in base alla tipologia del rete, riportare le tipologie d'acquisto. Definire nei processi quali sono i punti di leva del mercato. In base

0 Commenti