Stili di leadership: la differenza tra capo e leader.

Stili di leadership: scopri la differenza tra capo e ledear.

Come essere un leader? Ogni persona a stili di leadership differenti. La prima cosa che devi sapere è la differenza tra capo e leader. Daniel Goleman lo dice nel libro "Stile di leadership e intelligenza emotiva" 

La caratteristica comune dei grandi leader è l'umorismo positivo e la performance nel saper scegliere. Nel lavoro, a casa e con gli amici,  la leadership sa coinvolgere le persone per arrivare al traguardo del successo. Dove prendere queste competenze e come svilupparle? Daniel Goleman  

  • Qual'è la differenza tra capo e leader?
  • Quali sono gli stili di leadership?
  • A che modello devi ispirarti? 

 

Capo e leader: differenza

In realtà una cosa in comune tra leader e capo c'è: tutti e due vogliono la tua performance. La prima cosa che li divide è l'umorismo. Il leader lavora con positività, l'altro arriva agli obbiettivi senza vederti. Il leader sa influenzare le perone senza obblighi, il capo detta ordini. Il leader fa crescere la tua intelligenza creativa, il capo uccide la tua creatività. In soldoni, il leader emette un suono risonante, il capo fa un rumore dissonante. 

Leadership e stili.

La risonanza non deriva dallo stato d'animo positivo del leader o dalla capacità di trovare le parole giuste, ma da una gamma di attività coordinate che costituiscono stili di leadership peculiari.

 

I leader migliori sono guidati dalla propria intelligenza emotiva: agiscono ispirandosi a uno o più  tra sei distinti approcci alla leadership, passando con abilità dall'uno all'altro a seconda delle situazioni. 

Stili di leadership: differenza tra capo e leader
Stili di leadership: differenza tra capo e leader

Leader visionario

Le interconnessioni tra questo tipo di leadership e l'intelligenza emotiva sono molte. Da una forte ispirazione alla triade emozionali costituita dalla

  • fiducia in se stessi
  • consapevolezza di sé
  • empatia.

I leader visionari puntano a obbiettivi che sentono veramente e che armonizzano con valori condivisi dai collaboratori. Un'altra componente essenziale è la trasparenza: per essere credibile un leader dev'essere davvero convinto dei propri ideali.

Stili della leadership. Leader visionario
Stili della leadership. Leader visionario

Il leader visionario crea risonanza positiva

L'empatia permette al leader di avere la capacità di percepire come si sentono gli altri e di comprendere i loro punti di vista: questo significa avere un ruolo ispiratore!

Leader stile coach

Scrive Goleman in "Essere leader": il leader coach aiutano gli individui a riconoscere le proprie doti e i propri limiti e a metterli in relazione con aspirazioni personali e professionaliIncoraggiano i dipendenti a fissare obbiettivi di sviluppo personale a lungo termine e li aiutano a realizzare:

  • un piano di azione per raggiungere la meta
  • dimostrano grande abilità nel delegare
  • assegnano incarichi impegnativi e stimolanti

I leader coach tollerano singoli episodi di insuccesso, poiché sanno che tale atteggiamento incoraggia la persona a perseguire il proprio sogno!

Stili di leadership. Stile di leadership coach

Il leader coach crea risonanza positiva

L'impatto emotivo positivo di questo stile di approccio deriva in larga misura dall'empatia e dall'intesa che il leader instaura con i suoi collaboratori. Un buon leader mostra di credere nelle potenzialità dei singoli e di aspettarsi che ognuno possa dare il massimo.

Il messaggio implicito è: credo in voi, sto investendo su di voi e mi aspetto da voi il meglio

Il leader affiliativo

I leader affiliativi tendono a dare valore alle persone e ai loro sentimenti, ponendo minor enfasi sulla realizzazione di compiti e obbiettivi dando più importanza ai bisogni emozionali dei dipendenti:

  • non garantiscono un aumento delle prestazioni
  • esercitano un impatto incredibilmente positivo sul clima del gruppo
  • instaura un clima di lealtà estremamente forte
  • rafforza la coesione del gruppo.

Nelle caratteristiche del leader affiliativo spicca la dimensione delle competenze interpersonali dell'intelligenza emotiva. Prima ancora degli obbiettivi, i leader si concentrano sui bisogni dei collaboratori.

Stile di leadership. Stile di leadership affiliativo

Il leader affiliativo crea risonanza positiva

Centrano tutto sull'armonia del gruppo, dei bisogni ecc. può far passare inosservate prestazioni scadenti, suscitando nei dipendenti l'impressione di una tolleranza per la mediocrità. Per questo motivo che la componete affilativa deve essere parte integrante del leader visionario!

Il leader democratico

Lo stile del leader democratico si fonda su una triade di competenze dell'intelligenza emotiva:

  • il lavoro di gruppo e la collaborazione
  • gestione dei conflitti e l'influenza
  • grande talento collaborativo
  • si integrano perfettamente nel gruppo, senza sottolineare la componente gerarchica insita nel proprio ruolo.
  • Sanno come sedare i conflitti e creare un senso di armonia
  • saldano eventuali fratture all'interno del gruppo.

Non dimentichiamo poi dell'empatia e dell'ascolto attivo specialmente quando il gruppo è fortemente eterogeneo.

Quando usare lo stile democratico? Un approccio democratico dà i migliori risultati quando il leader è incerto sulla decisione da prendere è ha bisogno di raccogliere spunti dai knowledge worker

Lo stile democratico può presentare dei risvolti negativi. Infatti un eccessivo approccio si traduce in infinite riunioni interminabili cambiando magari ogni volta decisioni prese in precedenza.

Stile della leadership. Stile di leadership democratica
Stile della leadership. Stile di leadership democratica

Il leader democratico crea risonanza positiva

Dalla parola democratico non poteva non giungere una risonanza positiva a questo stile di leadership. Come nel caso di leader affiliativo, anche per il democratico non deve essere l'unico stile, ma essere di completamento con il leader visionario o coach.

Il leader battistrada

I principi dell'intelligenza emotiva su cui si basa il il leader battistrada è la motivazione al risultato, attraverso la:

  • continua ricerca di nuovi modi per migliorare
  • cogliere al volo le occasioni
  • cercano continuamente nuovi approcci per migliorare le proprie prestazioni e quelle dei collaboratori
  • standard di eccellenza straordinariamente elevati
  • scarsa tolleranza nei confronti di prestazioni mediocri
  • intervenire in prima persona non appena i collaboratori danno segni di difficoltà.
Stile della leadership. Leadership battistrada
Stile della leadership. Leadership battistrada

Il leader battistrada crea dissonanza

Se il leader battistrada non integra altri punti dell'intelligenza emotiva, sarà destinato a creare una risonanza negativa nel gruppo di lavoro. In assenza di empatia egli vedrà esclusivamente il traguardo degli obbiettivi, in mancanza della consapevolezza di se impedirà di vedere gli insuccessi. Altra mancanza è la poca capacità di comunicare efficacemente.

Quando lo stile battistrada può funzionare? Può funzionare se associato ad altri stili di leadership. E' sostenuto bene dall'entusiasmo dello stile visionario e dalla capacità di dare coesione a un gruppo propria dello stile affiliativo. 

Classico esempio di problema di una leader battistrada si ha nel passaggio di un dipendente che ha rivestito competenze tecniche ed è stato promosso dirigente. Infatti pur avendo forti capacità tecniche non è dotato di alcuni elementi essenziali di intelligenza emotiva.

Leader autoritario

Si fa così perchè lo dico IO! I leader autoritari o coercitivi richiedono:

  • obbedienza immediata
  • non si preoccupano di spiegare gli ordini
  • nella mancata obbedienza rimproverano e minacciano
  • non delegano
  • cercano di esercitare un controllo ferreo su ogni situazione
  • verificano i minimi dettagli.

Il costrutto di base può essere riassunto in: io non sbaglio, tu sbagli. L'iniziativa si esprime spesso non solo nel cogliere le opportunità, ma anche nell'assumere senza esitazioni un tono di comando, dettando ordini immediati.

Stili della leadership. Leadership autoritaria
Stili della leadership. Leadership autoritaria

Il leader autoritario crea dissonanza

Il leader autoritario tra tutti gli stili è il meno efficace nella maggior parte delle situazioni: freddo e intimidatorio è in grado di intaccare lo stato d'animo di tutto il gruppo.

Quando lo stile autoritario funziona? C'è una parte positiva! Se usato con attenzione, può avere un ruolo significativo nel repertorio del leader emozionale. Con questo mix questo stile può funzionare bene per sbloccare abitudini nocivi, oppure in condizioni di emergenza.

Il leader e le tue dimensioni

Ve vuoi essere un leader devi avere alla base l'intelligenza emotiva. Quali sono i suoi punti di forza e debolezza? Il giusto mix si associa all'intimo umano della persona leader. Si potrebbe pensare che il visionario sia il più incisivo, ma solo con questa componente l'impresa sarebbe poco realista ai problemi correnti. L'uso del battistrada potrebbe dare impulso al cambiamento!  Quale leader, così a pelle, senti che sia più tuo?


Continua...


Abbiamo preso spunto dal libro: Essere leader - guidare gli altri grazie all'intelligenza emotiva. Daniel Goleman

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Gianni (venerdì, 15 aprile 2016 00:19)

    Ecco

  • #2

    Lindsey Napoli (sabato, 04 febbraio 2017 07:02)


    I have been browsing online greater than 3 hours nowadays, but I by no means found any attention-grabbing article like yours. It's lovely price enough for me. In my view, if all webmasters and bloggers made good content as you probably did, the web might be much more useful than ever before.