Il knowledge worker: lavoratori della conoscenza. Il blog

Max Weber che dice: Le imprese durature non prosperano per il carisma di un leader, ma perché coltivano la leadership all'interno del sistema. Attuale e anche futurista la frase racchiude un argomento che si rivolge ad una società lavoratrice che viene alimentata dall'impresa nello sviluppo della conoscenza. Sai oggi come viene chiamata questa persona? Knowledge worker. 

Il knowledge worker è il termine inglese che italianizzato è il lavoratore della conoscenza. Sono datori di lavoro, dipendi, freelances, insegnanti o genitori (qualsiasi figura) che con il sapere fanno aumentare la loro capacità produttività per il tuo business. La definizione fu coniata da Peter Drucker negli anni '70 e ripresa poi nel libro "L'ottava regola" di S. Covey. Gli autori affermano che nell'era della civiltà del sapere e della condivisione il vantaggio competitivo dell'impresa parte dalla conoscenza del lavoratore.

Il sapere del knowledge worker ha due dimensione: hard skills e soft skills

Le dimensioni del sapere del knowledge worker è composto dalle hard skills e dalle soft skills. Le hard skills sono le competenze tecniche che devi esibire per farti riconoscere e apprezzare nel tuo settore lavorativo. Le soft skills sono le competenze relazionali che devi mostrare affinché gli altri ti seguano per raggiungere gli obbiettivi proposti. 

Distinzione tra soft skills e hard skills
Distinzione tra soft skills e hard skills
ThemarketingIs.com scrive di hard skills del Brand marketing per il business e delle competenze relazionali nelle soft skills per lo sviluppo della leadership del knowledge worker. Nel blog trovi articoli sulle strategie di marketing e intelligenza emotiva, della strategia win win, le tribù, e tanto altro ancora. Rimani connesso con il sapere, iscriviti alla newsletter di TheMarketingIs

Brand reputetion: reputazione della marca

Brand reputation: come costruire la reputazione della marca.

Anche quest'anno il Reputation Institute ha pubblicato il Global RepTrak per l'anno 2019. La RepTrak è la classifica delle prime 100 imprese al mondo che hanno la miglior brand reputation. I nomi delle top 10 non hanno bisogno di presentazioni. Per loro la reputazione della marca è il primo comandamento stampato nel DNA.

leggi di più 0 Commenti

Brand storytelling: la narrazione di marca

Brand storytelling: perché è importante fare la narrazione di marca.

Il brand storytelling è la narrazione del marchio per aumentare l'immaginario del tuo brand nella mente del cliente. Ti voglio raccontare in poche righe l'importanza della narrazione di marca. Fare brand storytelling significa aumentare il valore percepito del prodotto con un racconto. L'obbiettivo della narrazione della marca è di amplificare il benessere dell'acquirente. Il brand storytelling è anche un forte strumento per il brand positioning. Alla fine della lettura avrai capito:

  • Perché fare branding
  • Perché fare storytelling
  • La dimensione simbolica della mente umana
  • Perché fare storytelling

Brand e storytelling.

leggi di più 0 Commenti

Strategie Identità marca: brand keys, Kapfrerer, brand wheel

Brand identity. Strategie identità di marca: brand keys, prisma di Kapferer, brand wheel.

L'identità della marca o brand identity è la rappresentazione simbolica che vuoi dare al tuo prodotto nella mente del cliente. Gli elementi simbolici della marca sono pensati in fase di progettazione del brand. L'identità del brand rappresenta l'ossatura della marca. Insieme agli elementi del brand formano l'immagine del brand (brand image) nella mente del cliente. 

Non è semplice capire l'identità di marca. Se in matematica hai studiato le funzioni, posso dirti che la brand identity è la costruzione del dominio. Il posizionamento è la funzione. Il condominio è l'immagine del brand nel cervello del consumatore.

leggi di più 0 Commenti

Posizionamento della marca. Brand positioning definizioni e strategie

Brand positioning. Posizionamento della marca: definizioni, strategie.

Posizionamento della marca o brand positioning è il primo processo di gestione strategica della marca. Per garantire il successo del tuo prodotto devi differenziare dalla concorrenza. 

Posizionare una marca significa trovare una collocazione adeguata nella mente dei consumatori obbiettivo. Lo scopo del brand positioning è ottimizzare i vantaggi per l'impresa (Keller - gestione del brand).

leggi di più 0 Commenti

Brand definizione e significato. Differenza tra brand e prodotto.

Brand definizione e significato. Differenza tra brand e prodotto.

Brand definizione e significato per avere vantaggio competitivo. Per la prima legge del marketing devi essere il numero uno del tuo settore. Devi occupare il primo posto nella mente del cliente. Capire la differenza tra brand e prodotto é il primo importante passo per la tua leadership. 

Brand e marchio sono la stessa cosa. Brand e merce hanno significati diversi. Cosa significa essere un brand è una delle cose più difficile che ti posso dire. Ma non ti preoccupare. Sono sicuro che da questa lettura capirai finalmente cos'è il brand per la tua attività. Imparerai meglio termini già conosciuti come:

  • value proposition
  • funzione economica del consumatore
  • la funzione del brand
  • brand system
  • corporate brand
  • House of brand
  • Branded house
  • brand elements: name, logo, sound, personaggi, packaging
  • brand value
  • brand image
  • brand identity
  • brand awareness
  • brand reputation
  • brand equity
leggi di più 0 Commenti

Come fare la presentazione perfetta: il pitching

Come fare la presentazione perfetta. Il pitching per farsi dire sempre si.

Improvvisare non è un modello di presentazione perfetta. Istinto e sicurezza non bastano per portare a casa la vittoria della trattativa. Quante volte ti sei presentato alle trattative senza tecniche di presentazione? Sono stato sempre allergico a studiare idee per presentazioni originali. Sconfitte, delusioni e la minaccia di perdere il lavoro hanno cambiato la mia forma mentis. Non posso distruggere contratti di vendita per abitudini che non vanno bene.

Parcheggia per un attimo la falsa convinzione di essere il miglior presentatore di te stesso. Non sprecare energie a vuoto. Dai nuovo flusso alla tua forza di volontà. La teoria del pitching di Oren Klaff nelle trattative é una buona strategia per farti dire sempre sì dal tuo cliente.
leggi di più 0 Commenti

L'arte del coraggio competente per la tua leadership: come acquisire coraggio intelligente.

Come acquisire coraggio intelligente: l'arte del coraggio competente per la tua leadership.

Questa è una piccola storia di come acquisire coraggio intelligente per la tua leadership. In queste righe ti voglio scrivere la differenza tra la conoscenza del coraggio istintivo e saggezza del coraggio competente. 

leggi di più 0 Commenti

Gli schemi mentali nelle trattative di business

Gli schemi mentali nelle trattative di business.

Le trattative di business sono relazioni dove due parti si accordano per uno obbiettivo prezzo / beneficio. Le dinamiche psicologiche della trattativa sono tante. Il tuo entusiasmo di vendere può essere frenato da:

  • Persone che interrompono la tua esposizione
  • Continui riferimenti alla concorrenza con analisi e dati relativi
  • Orari non rispettati e appuntamenti rimandati

In questi momenti il tuo schema mentale può essere debole. Tutto quello che immaginavi si trasforma in un blocco emotivo. Non permettere questi giochi mentali alla controparte. Nelle trattative adotta la strategia degli schemi mentali del business.

Lo schema mentale è la tua organizzazione dove combini informazioni, carattere e autorità. Tutti ne abbiamo uno. Serve per relazionarti con te stesso e gli altri (Oren Klaff: Pitch anything, la presentazione perfetta - Roi edizioni). 

leggi di più 0 Commenti

Intelligenza emotiva come svilupparla per la tua leadership

L'intelligenza emotiva di Goleman. Come essere intelligenti davanti all'emozione.

L'intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere, utilizzare e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni. Nel linguaggio comune l'emozione è una componente irrazionale che non si può governare.

Le emozioni prendono possesso di te. Collera, amore, rabbia sono emotività che credi di non controllare. E' difficile! Ma se capisci come funziona il circuito delle emozioni puoi iniziare a cambiare idea. La fisiologia delle emozioni di Joseph Ledoux spiega il come il nostro cervello prende decisioni emotive.

leggi di più 1 Commenti