· 

Soft skills: 12 competenze relazionali per sviluppare la tua leadership

Sai, ti ammiro! Hai deciso di prendere una delle strade più ambiziose: sviluppare la tua leadership. Probabilmente sei all’inizio. Stai comprando decine di libri, per non parlare poi di tutte quelle ricerche che hai fatto su google. Insomma, hai tanti concetti sulla mano che non riesci più a gestire il tuo da farsi. Se sono queste le tue perplessità, posso rassicurarti, perché ci sono io a darti tutti gli step per sviluppare la tua leadership! Oggi scriverò delle soft skills, le competenze relazionali per sviluppare la tua leadership.

Dopo aver letto questa guida, metterai nel cassetto il primo step per il cammino verso la tua leadership. Mettendo in pratica i semplici suggerimenti che ho preparato per te, non ci sarà più ostacolo tra te e la tua leadership! 

Come dici? Sei impaziente di cominciare? Allora non perdiamo altro tempo e iniziamo! Buona lettura!

Soft Skill cosa sono e perché svilupparle
Cosa sono le Soft Skill? Una evoluzione storica ti farà capire perché le devi sviluppare per la tua leadership

Nella guida di oggi ti parlerò delle 12 soft skills per sviluppare la tua leadership. Ti illustrerò i 12 ingredienti emotivi che ti serviranno per essere leader. Ad ogni skill ho preparato anche dei video motivanti. Inoltre sfiorerai alcuni concetti della negoziazione win win e di come funziona la persuasione. Poi, se proprio sei veramente ambizioso, potrai prendere alcuni spunti per sviluppare il tuo personal brand.

I contenuti del post

Le parole

  • Soft skill: competenze trasversali che caratterizzano la persona.
  • Hard Skills: competenze tecniche
  • Empowerment: processo di crescita sia dell'individuo sia del gruppo basato sull'incremento della stima di sé. Porta l'individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale.

Quando nascono le soft skills.

Le soft skills prendono forma nell'esercito americano a fine degli anni '60. Si riferivano a tutte quelle competenze relazionali per guidare gruppi di militari. Motivare l'esercito per vincere le guerre.

Ma fuori dal contesto militare, cosa sono oggi le soft skills?

Nei decenni a venire le soft skills hanno preso piede. In particolare nel business. Ma perché? Oggi, le sole hard skills, ovvero le competenze tecniche, non bastano più per garantire vantaggio competitivo. 

Diversità, creatività, unicità sono solo alcuni termini che iniziano ad entrare nel lessico del mondo del lavoro. Seth Godin nel suo libro "La mucca viola" sponsorizza il concetto di farsi notare dal cliente con atti coraggiosi: investire su te stesso con le soft skill! 

come sviluppare le soft skills
Sviluppare le soft skills significa crescere in te stesso

Si diffonde il bisogno di capacità, competenze e abilità umane che non nascono solo dall'innovazione tecnologica o da un titolo di studio. Le competenze vengono cercate altrove: dentro di te!

Prima di continuare il viaggio verso le soft skill, ti voglio dire la differenza tra competenza, abilità, conoscenza e fiducia.

Competenza, abilità, conoscenza e fiducia.

Nella definizione delle soft skills si fa confusione tra competenze, abilità, conoscenza e fiducia. Il vocabolario scrive che:

  • Conoscenza: sono informazioni che vengono apprese attraverso insegnamento
  • Abilità: sono le capacità di applicare le conoscenze per portare a termine i compiti assegnati
  • Competenze: sono le capacità di unire conoscenze, abilità e capacità personali per portare a termine un obbiettivo. E' quanto si è capaci di fare quella cosa!
  • Fiducia in sé stessi: quanto si è capaci di fare quella cosa!

Soft skills: cosa sono?

Le soft skills sono competenze relazionali.

 

Le soft skills sono l'insieme di competenze che ti permettono di fra fronte a un compito, o a un insieme di compiti, riuscendo a mettere in moto e a orchestrare le proprie risorse interne, cognitive affettive e volitive, e a utilizzare quelle esterne disponibili in modo coerente e fecondo (Pellerey, 2001) 

Cosa sono le soft skills?
Punta la tua volontà per sviluppare le soft skills? Ma prima rispondi a questa domanda: cosa sono le soft skills?

Perché le soft skills sono importanti?

Perché le soft skills sono importanti? Credo che bastino solo due punti per darti una risposta persuasiva:

  • Emergere: sviluppare soft skills ti permetterà di emergere, distinguerti. Avrai capacità di influenzare, promuovere te stesso, costruire relazioni strategiche.
  • Essere efficiente: la capacità di guidare un team a raggiungere i propri obbiettivi in modo sostenibile. Assumerai responsabilità, risolvere problemi, prendere decisioni, guidare un team

A cosa servono le soft skills?

Le soft skills servono per raggiungere i tuoi obbiettivi di leadership in maniera dolce e progressiva. Per maniera dolce intendo senza crearti nemici, senza farti diventare un boss con la strategia io vinco tu perdi. 

Vedo nelle soft skills, nelle mie competenze relazionali, fonte di energia per affrontare la mia vita. Vedrai a breve che essere consapevoli di determinate competenze danno forza per affrontare le difficoltà del lavoro e altro. Non solo le problematiche. Le soft skills sono ingredienti di positività! 

Non voglio allungare l'attesa: ecco le soft skills per la leadership!

Le soft skills per sviluppare la tua leadership

Di competenze relazionali c’è ne sono tante. Gary Vaynerchuk nel suo libro “Essere leader con le soft skills” illustra 12 soft skills per sviluppare la leadership. Sono: 
  • La gratitudine
  • L'autoconsapevolezza
  • La responsabilità
  • L'ottimismo
  • L'empatia
  • La gentilezza
  • La tenacia
  • La curiosità
  • La pazienza
  • La convinzione
  • L'umiltà
  • L'ambizione

Prima di continuare prendi un foglio. Riscrivi con attenzione ogni singola competenza. Per ogni skill chiediti se nella vita di sempre la stai vivendo. Poi, su una scala da uno a cinque, scrivi dove credi di posizionarti.

Non ti preoccupare se non hai ottenuto un voto alto! Ho la possibilità di farti recuperare! Leggi bene il significato delle 12 soft skills per sviluppare la tua leadership. Uno, due.... massima concentrazione e dacci dentro!

Soft skill: praticare la gratitudine

Per Harvad Business Review - aprile 2013, le due parole più importanti - ci sono due cose che le persone desiderano più di sesso e denaro: riconoscimento e apprezzamento. In una sola parola: gratitudine.

La gratitudine è la qualità di essere riconoscenti. E' la disponibilità a dimostrare riconoscenza per gentilezza ricevuta e a ricambiarla.

Per sviluppare la componente relazionale gratitudine o, soft skill gratitudine, ecco quello che va fatto:

  • Ricava del tempo ogni settimana per dare un riconoscimento al lavoro ben fatto di qualcuno.
  • Scrivi a mano note di ringraziamento ogni volta che potete. Nell’era digitale il tocco personale conta.
  • Punite in forma privata, complimentatevi in pubblico. Fate i vostri apprezzamenti pubblici in modo specifico e tempestivo.
  • Incoraggiate una cultura della gratitudine. È un fattore in grado di produrre un cambiamento per una migliore performance sostenibile.
  • Usate il giusto tipo di gesto per celebrare i successi: la pacca sulla schiena, battere il pugno o dare il “cinque”
Prendersi cura dell’altro, come sosteneva Rousseau, è ciò che ci rende pienamente umani. Un alto volume di gratitudine implica  che sei consapevole di quello che stai facendo. Mi sto sbagliando? 

Soft skill: l'autoconsapevolezza.

L'auto-consapevolezza è il riconoscimento delle tue competenze, di ciò che sai fare e di ciò che non sai fare. E' la conoscenza conscia del proprio carattere, dei propri sentimenti, motivazioni e desideri. Come crescere la propria auto-consapevolezza? L'autoconsapevolezza è legata all'amore e all'accettazione di sé.

Il primo passo per l'autoconsapevolezza? Non giudicare. Poi puoi anche usare test di personalità, fare un percorso di coaching.  L'autoconsapevolezza è un grande indice di responsabilità per te che guidi la tua navicella nella vita galattica, per gli altri che sono accanto a te come passeggeri.

Soft skill: la responsabilità.

Responsabilità è accettare le conseguenze delle proprie azioni. Forse ance tu ci sei dentro, ma la gran parte delle persone amano scaricare agli altri. Questo nasce dalle paure delle opinioni delle persone sviluppando un meccanismo di difesa: non è colpa mia, è stato lui! Sai, diventare responsabili è come salire di livello di gerarchia. Inizi ad essere un ufficiale di te stesso. Insomma essere responsabili è un cammino costante che non avrà mai fine. Metti sempre prima l'ottimismo.

Come puoi fare a crescere la tua responsabilità? Se sei coinvolto in qualche errore, non incolpare ma chiedi scusa. Dai la corretta giustificazione. 

Soft skill: l'ottimismo

L’ottimismo è la speranza e fiducia nel futuro, nell’esito positivo dei tuoi progetti. Perché le persone non riescono ad essere ottimisti? Molti di loro credono che l’ottimismo porti delusione a seguito di fallimenti. Posso capire, ma che c'è di male mostrare la tua vulnerabilità? Dai sfogo alle tua potenzialità nascoste. 
Come puoi abituarti ad essere ottimista? Inizia a vedere i piccoli obbiettivi con l’ottimismo di raggiungerli. La soft skill dell’ottimismo va fatta crescere insieme alla tenacia, alla tua ambizione! Vedrai, da bruco ti trasformerai in farfalla!

Soft skill: l'empatia

Per molti l’empatia è la madre di tutte le competenze relazionali. Sicuramente è il pilastro portante di ogni relazione. Impara bene la definizione di empatia che sto per dirti: l'empatia è la capacità di comprendere e condividere i sentimenti di un’altra persona.

 

Per praticare l’empatia:

  • Poni una o due domande importanti in ogni interazione. Riprendi, parafrasando, i punti di rilievo esposti dagli altri.
  • Ascolta con interesse. Rivolgi il corpo e lo sguardo verso la persona che sta parlando. Trasmetti vocalmente partecipazione e coinvolgimento.
  • Quando qualcuno viene da te per esporre un problema, esprimi la tua preoccupazione con frasi come "Mi dispiace" e "Brutta storia". Evitate di dare giudizi o consigli precipitosi.
  • Prima di un incontro, fermati un momento a pensare al vostro interlocutore e a ciò che sta accadendo nella sua vita.

 

Nell'empatia c'è veramente tanto materiale. Sai qual è il primo ingredienti per iniziare a vivere l’empatia? Non ci crederai: la gentilezza!

Soft skill e la gentilezza

Ti senti gentile? Nella società moderna centrata sull'individualismo essere gentile non rientra tra le prerogative. Nell'antagonismo tra persone è riconosciuta come segno di debolezza.

Ho interrogato la filosofia per darti una risposta obbiettiva. Rousseau scrive che dipendiamo gli uni dagli altri non tanto per lo spirito di sopravvivenza, quanto per il nostro essere vero e proprio. La benevolenza è la più grande gioia dell’umanità ebbe a dire l’imperatore filosofo Marco Aurelio.

Anche la branca della filosofi stoici, alfieri della fiducia in se stessi, ammettono nell'uomo il bisogno innato delle altre persone, come portatrici e destinatarie di gentilezza. Non dare retta agli stereotipi! Essere gentili ti fa sentire meglio. 

Nella strada della tua vita ti capiterà di vedere banchi di nebbia, dove gentilezza e autoconsapevolezza non sono visibili. Non demordere! Fatti aiutare dalla tenacia!

Soft skill: sviluppare la tenacia

Nel tuo sangue a che livello si trova la tenacia? La tenacia è la fermezza e perseveranza nei propositi e nell'azione. Perseveranza come forza di volontà nel non mollare mai. Fermezza come passione per raggiungere il tuo obbiettivo. Piene sono le storie nel mondo dello sport. Eccoti un bel video di formazione.

TENACIA = PERSEVERANZA + PASSIONE

Soft skill: viva la curiosità

Si parla sempre di intelligenza, si parla poco di curiosità! Quante volte ti hanno detto di essere intelligente? Quante volte ti hanno detto che devi essere più curioso? Alberto Giannone in “Meglio curiosi che intelligenti” scrive … essere intelligenti è indispensabile per sopravvivere, però non è così eccitante come essere curiosi.
Non ti resta che continuare la lettura per la tua crescita dello spirito creativo

Soft skill: la pazienza

Sei un tipo paziente? 
La pazienza è la capacità di accettare o tollerare ritardi, intoppi o sofferenze senza arrabbiarsi o agitarsi.
Ho conosciuto decine di persone che erano destinate a grandi cose, ma sono stati intralciati dall’impazienza.
Perdere la pazienza brucia la collaborazione, il rapporto con le persone. L’impazienza in nebbia il processo logico del tuo lavoro, interrompe e devia la casualità degli eventi. Non avere pazienza faprendere decisioni affrettate. 
Unisci la pazienza con la convinzione!

Soft skill: la convinzione

La convinzione è credere fermamente in una opinione o idea. Nella vision e mission dei grandi leader mostro le convinzione che hanno portato a dei cambiamenti della nostra realtà?
Nel tuo piccolo, quali sono le convinzioni che vuoi portare alla luce?

Soft skill: l'umiltà

Soft skill: l'ambizione

Come sviluppare le 12 soft skills: il mio coaching!

Vuoi crescere la tua leadership con le soft skill? Rileggi come sviluppare le 12 soft skills. Fallo!

Vuoi fare un passo davvero importante nel tuo essere leader? Quando vuoi fare il salto per raggiungere le tue ambizioni, devi avere un professionista che ti segua. Hai mai sentito parlare di un coach? Il lavoro del coach è di accompagnarti al traguardo dei tuoi obbiettivi. 

Scopri il coaching come strumento di crescita.

 

Sono Remo Luzi: coach! Il mio lavoro è prendere per mano i miei collaboratori e portarli al traguardo della vittoria.


Lettura consigliata sulle soft skills

 - Elogio della gentilezza - edizione Ponte delle grazie

 - Essere leader con le soft skills - Vallardi editore

 

https://www.gliaudacidellamemoria.com/tenacia/

Scrivi commento

Commenti: 0

Iscriviti alla news letter

* indicates required

Social

Marketing & Coaching

Ingegnere Remo Luzi

Civitanova Marche (MC)

Italy